La Scola

_MG_7833

Questa posso tranquillamente definirla una “scoperta puramente casuale”.

Stavo tornando da Castel di Casio (Bologna, Italia), quando ad un certo punto il navigatore mi conduce su per una stretta stradina di montagna contravvenendo alla logica di proseguire dritto verso la statale Porrettana. Ci penso un pò, il meteo non invogliava di certo ad una scampagnata, non sembrava  il 3 giugno piuttosto un giorno di inizio novembre. Ma dai, già che ci siamo andiamo! Dopo qualche tornante ecco un cartello: La Scola, antico borgo del XIV secolo. Un gruppetto di case in pietra aggrappate alla montagna in mezzo alla vegetazione rigogliosa di fine primavera. Anche se sta cadendo una leggera ma fastidiosa pioggia, parcheggio e mi incammino incuriosito con la mia 5D a tracolla.

Oltrepassato l’arco di pietra, uno degli ingressi del borgo, è come se si aprisse un piccolo mondo. Tutto è conservato alla perfezione, l’atmosfera è incredibile perchè per le stradine non c’è nessuno. Sembra disabitato, ma non credo che lo sia, forse la poche persone che vi abitano sono al riparo dal maltempo. La chiesetta è il primo gioiello che si incontra. Velocemente (per non bagnarmi troppo!) mi aggiro per le strette stradine notando interessanti angoli e scorci da fotografare.

Il bianco e nero è d’obbligo per ricreare un’atmosfera antica e per sfruttare al meglio la grigia luce dettata dal tempo inclemente. Sicuramente vi farò ritorno!

Ho usato la 5D con il 24-105 f4 IS. Qui sotto qualche altra foto…

Lascia una risposta

*