Il Dardagna autunnale

_MG_9348

Il Dardagna così non l’avevo mai visto.

E’ la quarta volta quest’anno che mi reco in questo splendido bosco alle pendici del Corno alle Scale ma mai come in questa occasione lo spettacolo è stato tanto incredibile. I colori dell’autunno, nonostante fossero un pò spenti dal cielo nuvoloso, erano probabilmente al loro apice. Un’atmosfera dolce ed accogliente, quasi invitante nonostante i primi venti freddi provenienti dal crinale.

Ecco le cascate! Quelli che in estate sono rami che ostruiscono la vista, ora diventano la cornice ideale per questa meraviglia della natura. Tutto è “fotografabile” con cavalletto o senza, dal bosco ricco di dettagli alle classiche cascate che possono essere riprese da svariate angolazioni e distanze.

L’occasione per visitare il Dardagna in autunno è stata data dal workshop di fotografia paesaggistica tenuto insieme all’amico Luca Tirinnanzi. A breve pubblicherò una galleria con alcuni momenti della splendida giornata passata insieme ad un gruppo di 15 fotografi!

Assolutamente imperdibile – sia le cascate che il workshop! ;)

Nota: il giorno dopo il workshop, ho ricevuto un bel messaggio da uno dei partecipanti che riporto:

“Ho riguardato le foto,ho ripensato alla giornata di ieri.Le cascate erano una meta usuale con i miei per un pic-nic,eppure non esiste nulla di già visto nella natura,nei luoghi e nelle persone con le quali percorri una strada.Basta stringere ed allargare un diaframma,un tempo ed ogni cosa pare nuova e sorprendente.Questo sto imparando nelle nostre uscite,oltre a qualche preziosa nozione di base.Così si torna a casa con qualcosa di più fra quei milioni di pixels,emozioni da conservare e replicare aprendo una “scatola virtuale” a nostro piacimento.Quindi ? Direi ancora un grazie,aggiunto a quello frettoloso di ieri sulla porta del rientro. RICCARDO”

2 Responses

  1. Luca says:

    Una giornata davvero piacevole con la compagnia di molti fotografi appassionati. Alla ricerca della creatività accompagnati dai colori del bosco nella sua stagione più spettacolare, l’autunno. Grazie a tutti per la partecipazione e per la condivisione di questo momento così unico di colori ed atmosfere che non dimenticherò.

    Alla prossima!

  2. Credo di aver calpestato quei luoghi qualche volta, ma senza mai poter catturare in diretta simili fantasmagorie di forme, colori e sfumature. Guardando e riguardando mi sono rifatto un bellissimo viaggio in quell’angolo del nostro Appennino che frequentavo a metà degli anni sessanta.
    E adesso mi faccio una domanda. Merito del fotografo oppure è davvero diventato più bello. Pensa…
    in Brasile non sono riuscito a vedere le cascate dell’Iguassù. Vengo a casa, apro il computer e mi appaiono quelle del Dardagna in grandissimo spolvero!

Lascia una risposta

*